🍂 No-vemberpromis brush gratis per ordine minimo di 29,90€ 🍂

spazzolini da denti e rifiuti di plastica

Lavarsi i denti la prima cosa che si fa al mattino. La maggior parte delle persone utilizza uno spazzolino da denti di plastica, un dentifricio con un tubetto di plastica e magari anche altri articoli per l’igiene orale confezionati in plastica. Anche solo lavandosi i denti, i rifiuti di plastica che vengono prodotti sono cosi tanti che oggi centinaia di migliaia di pezzi di rifiuti di plastica galleggiano in ogni chilometro quadrato degli oceani.

Sapete quanto tempo impiega uno spazzolino da denti di plastica a decomporsi? Occorrono più di 400 anni per un oggetto cosi piccolo!

Se seguite la “regola degli esperti” e cambiate il vostro spazzolino ogni 3 mesi, nell’arco di una vita consumerete e butterete fino a 300 spazzolini. E sapete una cosa? Gli spazzolini da denti non sono riciclabili perché sono fatti di diversi tipi di plastica. Pertanto, vengono smistati e inceneriti.

Questo non deve essere il caso! Qui puoi trovare tutte le informazioni sui nostri materiali e sulla loro sostenibilità.

Per la salute dei tuoi denti e del pianeta.

promis

materiali

bioplastica

Il manico dello spazzolino promis s è fatto di bio-plastica a base di lignina. Il legno liquido è un prodotto di scarto dell’industria della carta, con circa 50 tonnellate prodotte ogni anno nel mondo. Produciamo i nostri spazzolini in Germania, dove acquistiamo anche il biomateriale legno liquido. Lo spazzolino viene smaltito nei normali rifiuti domestici.

Setole: qui abbiamo deliberatamente deciso di non usare setole naturali per proteggere denti e gengive. A causa della loro superficie ruvida, favoriscono l’insediamento dei batteri. Pertanto, abbiamo scelto setole PBT (plastica) antibatteriche.

Imballaggio: Il blister è fatto di plastica riciclata e il cartone del blister è fatto di carta riciclata (certificata FSC).

tubi di canna da zucchero

I nostri tubi sono fatti con gli scarti della produzione della canna da zucchero, una risorsa rinnovabile. La coltivazione della canna da zucchero, una materia prima rinnovabile, aiuta ad assorbire l’anidride carbonica e contribuisce a ridurre le emissioni di gas serra. La canna da zucchero qualche volta viene valutata negativamente perché cresce principalmente su terreni agricoli in Brasile. Tuttavia, solo il 0,02 % della superficie agricola viene utilizzata per la produzione di bioplastiche in Brasile. La pianta viene coltivata principalmente nel sud-ovest del paese, dove non c’è foresta pluviale.

100% riciclabile. Il tappo del tubetto è anche fatto dalla canna da zucchero.

Il cartoncino è riciclato. 

carta riciclata

Tutti i nostri materiali di stampa sono costituiti da carta riciclata certificata. Rispetto al materiale vergine, la carta riciclata consente di risparmiare fino al 60% di energia, fino al 70% di acqua oltre alle emissioni di CO2 e ai rifiuti.

ti interessa il tema?

Per saperne di più sulla sostenibilità e l’ambiente, consultate gli articoli sul nostro blog o iscrivetevi alla nostra newsletter.