♡ Spedizione gratuita a partire da 20€ ♡
· sostenibilità · stories

Salute orale, pandemia e sostenibilità – Hello Prof. Luca Levrini

Salute orale, pandemia e sostenibilità sono attualmente i 3 argomenti che vorremmo trattare per capire come possano essere connessi. In questa intervista il Prof. Luca Levrini spiega l'importanza dell'igiene orale e come questa non si limiti a bocca e denti ma sia legata piuttosto alla salute di tutto il corpo.

In merito alla giornata mondiale della salute orale vorremmo fare 7 domande al Prof. Luca Levrini, Direttore della Scuola di specializzazione in Ortodonzia e Presidente vicario Corso di laurea in Igiene Dentale presso l’Università degli studi dell’Insubria, oltre che Presidente della Fondazione Alessandro Volta.

Salute orale, pandemia e sostenibilità sono attualmente i 3 argomenti che vorremmo trattare per capire come possano essere connessi.

In questa intervista il Prof. Luca Levrini spiega l’importanza dell’igiene orale e come questa non si limiti a bocca e denti ma sia legata piuttosto alla salute di tutto il corpo.

 

Gentile Prof Levrini,

In qualità di Specialista dentale, quale crede sia la cosa più importante quando parliamo di salute orale?

Rendere tutti consapevoli che le malattie del cavo orale (carie, gengiviti e parodontiti) sono patologie comportamentali, dipendono esclusivamente dalle nostre azioni. Se un soggetto è affetto da una carie dentale significa che non sono state eseguite a casa le corrette procedure di igiene orale; tale comportamento può essere definito “abitudine disfunzionale”, comportamento sbagliato, una condotta non corretta. Chiedersi perché succeda, e perché non tutti si lavano i denti correttamente è importante. Infatti, tutti sanno che bisogna spazzolarsi i denti più volte al giorno, tuttavia molti non lo fanno perché non sono consapevoli della importanza di tale gesto. È dunque importante rendere i pazienti consapevoli, portare la gente ad essere con il sapere, a riflettere ed a pensare quanto il lavarsi i denti sia importante e di valore per la propria salute e – con Promis – anche per l’ecologia.

Perché si dice: una bocca sana per un corpo sano?

Perché l’infiammazione delle gengive può aprire delle “porte” nel circolo sanguigno per poi diffondere i batteri del cavo orale in tutto l’organismo. I batteri, una volta entrati nel circolo sanguinino, generano una risposta infiammatoria lontana dal cavo orale, con alterazioni anche importanti. Vi è dunque una relazione tra parodontite, infarto miocardico, ictus e mortalità; relazione che può essere anche positiva poiché in alcuni studi si descrive un miglioramento della funzionalità delle arterie quando si cura la parodontite (infiammazione dell’osso sottostante la gengiva).

Perché è importante la salute orale durante la pandemia causata dal COVID-19?

Ci sono recenti studi che dimostrano come alcuni collutori comunemente usati per la salute del cavo orale possano disattivare temporaneamente il virus responsabile del COVID-19 nella saliva. L’utilizzo dei collutori orali potrebbe dunque essere una ulteriore procedura per ridurre la possibilità di trasmissione di tale virus; ovviamente in aggiunta, e non in modo sostitutivo, all’igiene delle mani, al mantenimento della distanza interpersonale, al vaccino e all’utilizzo delle mascherine di protezione orali. Aggiungo che un altro e recente studio ha dimostrato una minore probabilità di decesso ed insorgenza di complicanze per COVID-19 in soggetti con bocca sana.

Una domanda che crea discussioni da ormai un paio di anni: quale dentifricio consiglia ai suoi Pazienti, con o senza fluoro?

Consiglio quanto suggeriscono le raccomandazioni ministeriali: utilizzare un dentifricio contenente fluoro dalla comparsa del primo dente da latte. È ormai ampiamente dimostrato che il fluoro rinforzi la struttura dello smalto ed abbia un effetto antimicrobico rispetto ai batteri responsabili della carie.

Crede che il nostro promis gel possa essere un prodotto aggiuntivo utile per la salute orale?

Certamente, contiene principi attivi utili per la prevenzione sia della carie sia della malattia parodontale. In particolare, sono promettenti le indagini di laboratorio in vitro che dimostrano come riduca l’adesione batterica allo smalto. L’utilizzo del gel come presidio per l’igiene orale è crescente; il fatto di applicare un prodotto gelatinoso su denti e gengivite consente il prolungamento dei benefici farmacologici dopo lo spazzolamento dei denti.    

Sostenibilità ed igiene orale sono due cose che possono convivere?

Il tema della sostenibilità ambientale rappresenta un ambito le cui attenzioni dovrebbero essere globali: ogni gesto ed iniziativa umana, seppur benefica, deve soffermarsi sulla relazione di impatto con la salute del nostro pianeta. Ben vengano quindi prodotti per l’igiene orale attenti, concretamente, a tale tema. Un ulteriore attenzione è quella di chiudere il rubinetto dell’acqua mentre laviamo i denti: se laviamo i denti tre volte al giorno per due minuti consumiamo circa 1.000 litri di acqua al mese. Spegnere il rubinetto mentre spazzoliamo i denti potrebbe essere un gesto tangibile di attenzione verso una delle risorse più importanti donate dal nostro pianeta.

È sufficiente lavarsi solo i denti regolarmente per avere una bocca sana?

No, i controlli periodici presso l’odontoiatra e l’igienista dentale sono altrettanto necessari. La bocca è un luogo dinamico che può deteriorarsi, è soggetto a frequenti e silenti patologie e spesso le frequenti patologie sistemiche come il diabete o abitudini dannose come il fumo incidono negativamente. Per questi motivi è necessario recarsi presso uno studio odontoiatrico periodicamente, anche in assenza di sintomi, per eseguire visite e la periodica igiene orale professionale da compiersi almeno una volta ogni anno.   

 

PROF. LUCA LEVRINI

Laurea in Medicina e Chirurgia Specialità in ortodonzia e funzione masticatoria

Breve CV: Direttore Scuola di specializzazione in Ortodonzia e Funzione masticatoria, Presidente vicario Corso di laurea in Igiene Dentale presso Università degli studi dell’Insubria presso Università degli Studi dell’Insubria. Dirigente Medico Universitario presso azienda Ospedaliera Macchi di Varese. Presidente Fondazione Alessandro Volta. Consigliere ANDI ed Ordine dei Medici ed Odontoiatri della Provincia di Como.